Grande città vs piccolo paese. Dove sarebbe ideale vivere?

Il blog di Fabrizio Lo Gerfo

Ognuno si affeziona a ciò che vive. Il paese che maggiormente si sente proprio, sarà dal singolo individuo considerato il migliore al mondo. Le analisi soggettive risultano determinanti in questo campo, ma proviamo a farne un ragionamento il più oggettivo possibile.

Iniziamo dalla grande città: I fattori negativi del vivere in una grande città riguardano innanzi tutto la presenza di troppi cittadini al suo interno, il che crea principalmente moltissimo caos ed aumenta la frenesia che viene trasmessa al singolo individuo. Non c’è da stupirsi se un ragazzo cresciuto in città sia più sveglio, meno ingenuo ma allo stesso tempo incapace di rilassarsi quanto quello di un piccolo paese. Quest’ultimo risulterà invece maggiormente propenso all’arte della vendita essendo soggetto ad esser generalmente più insistente, invadente, accogliente e portato a convincere e condizionare l’eventuale cliente. Su questo aspetto, prendendo maggiormente in considerazione l’insistenza, ritornerò più avanti.

In città il caos è…

View original post 845 altre parole

Annunci